Home » Cavalieri Ricercatori » Huấn Sư Carlo Sperati 2° Dang

Huấn Sư Carlo Sperati 2° Dang

Huấn Sư Carlo Sperati 2° Dang - Phuong Long Italia

CAVALIERE RICERCATORE DELLA FENICE

 

Consigliere Permanente Nazionale

 

Responsabile Commissione Progresso e Sviluppo

 

 

 

Carlo nasce a Milano il 19/06/1964 da due genitori che si sono conosciuti lavorando come operai nella fabbrica della Siemens di P.le Zavattari (MI). Vive fino a circa 25 anni a settimo Milanese. Si trasferisce successivamente a Milano e poi a Linate (dove si trova la sua prima palestra di Qwan Ki Do, oggi non più in attività).

 

In età Giovanile pratica tennis e nuoto e successivamente atletica leggera.

 

Carlo è sempre stato affascinato dalle Arti Marziali per il loro lato fisico e per l'aspetto filosofico di queste discipline, e nel novembre del 1988 con due amici partecipa ad una lezione di prova presso la palestra Musokan di Baggio.

 

Durante la prima lezione incontra l’attuale Su Truong Roberto Vismara e, già dai primi giorni, il vincolo che prova nei confronti di questa nuova disciplina e del suo Maestro è travolgente.

 

Comincia dunque a frequentare regolarmente, con i suoi due vecchi amici, le lezioni presso la palestra di Linate, due volte la settimana il martedì e il venerdì facendo spesso doppia lezione, a queste aggiunge gli allenamenti in altre due giornate presso il Musokan, dove il suo Maestro insegna, dedicando così il mercoledì all'allenamento del Co Vo Dao e il sabato per tecnica e combattimento.

 

Un'altra delle sue passioni è l'Immersione a livello professionistico, diventa Guida Subacquea operativa in Liguria.

 

I primi passi nel Qwan Ki Do lo vedono spettatore alla conferenza del decennale (1991) e ai mondiali del 1994, non avendo ancora cariche all’interno dell’Unione; nel 1996 seguendo il suo Maestro, si sposta in Sorgente (Tra Cielo e Terra) e qui intraprende un percorso differente da quello del puro praticante.

 

E’ uno dei primi iscritti in questa nuova palestra nonché uno dei primi allievi di Qwan Ki Do di Viale Zara. Comincia a frequentare e vivere il Qwan Ki Do in modo diverso, condividendo una serie di tematiche legate all’area della comunicazione all’interno dell’Associazione.

 

Nel contempo si occupa dell’area fotografica e partecipa alle maggiori manifestazioni (mondiali del 1998, Europei del 2000, Mondiali del 2003, competizioni regionali, nazionali ecc.) in veste di “documentarista” e di organizzazione.

 

Nel 2001 si occupa insieme al Maestro Roberto Vismara e al resto dello staff dell’organizzazione del ventennale, con mostra fotografica, servizio di catering ecc. Sempre in quegli anni, vista la sua attività lavorativa, si occupa di sviluppare il sito dell’Unione scrivendo insieme al Su Truong e alla società di fornitura le specifiche dello stesso e creando il primo “gruppo web” con altri allievi, sotto la direzione del Su Truong.

 

Da qui in avanti acquisisce una serie di esperienze all’interno dell’Unione che, sotto la guida del suo Maestro, lo portano a lavorare in modo sempre più assiduo sullo sviluppo della Scuola, dell’Unione Italiana e della World Union.

 

Nel contempo, sempre intorno agli anni 99/00, comincia a lavorare nell’area corsi per il settore comunicazione e relazioni. In questi anni si occupa, sempre in collaborazione con il suo Maestro, con Paolo Liistro, Giulio Farina, Umberto Maggesi, Marcello Perrieri, Gennaro Grancia, Stefano Baffi alla strutturazione di un programma di Master che vede la nascita e la realizzazione nel 2006 del primo Master dedicato agli insegnanti di Qwan Ki Do.

 

Allo stato attuale, dopo aver coadiuvato all’organizzazione dei Mondiali 2011 (Maroc) e alla festa del trentennale a Soncino, sta sviluppando in collaborazione con un un regista (Nicola Civarelli), un progetto che all’interno della Word Union sfocierà in un documentario sul Qwan Ki Do dalle origini alla organizzazione attuale.

 

Fondamentale per questo progetto è stata ed è la collaborazione del Thay Chuong Mon Pham Xuan Tong e del Su Truong Roberto Vismara, che hanno sempre e costantemente dato la loro disponibilità alla partecipazione a scene e sessioni di ripresa in alcuni casi particolarmente pesanti fisicamente.


Le soddisfazioni in più di 20 anni sono tante in particolare derivanti dalle centinaia di persone che con lui si sono confrontate in questi anni nei vari stage, corsi, Master o Aggiornamenti Tecnici.

 

L’arricchimento personale e professionale derivato dal continuo scambio di idee e suggestioni con praticanti, insegnanti, con il Su Truong e in alcune occasioni, con il Thay Chuong Mon, sono stati e continuano ad essere una ricchezza inestimabile.


A loro, ai ragazzi/e con cui Carlo ha lavorato, al Su Truong Roberto Vismara che gli ha aperto la strada verso questa via e al Thay Chuong Mon Pham Xuan Tong va il ringraziamento e il riconoscimento di Carlo Sperati, per questi splendidi anni passati insieme.


Allo stato attuale nell’organigramma dell’Unione Italiana Qwan Ki Do Carlo ha le seguenti responsabilità:

Consigliere Permanente Nazionale

Responsabile della Commissione Progresso e Sviluppo
Presidente della Regione Lombardia



A Carlo, di umili origini, piace pensando al Qwan Ki Do ricordare una frase di Nelson Mandela:

 

“Nessuno è nato schiavo, né signore, né per vivere in miseria, ma tutti siamo nati per essere fratelli.”

                                                                                           Nelson Mandela

 

Phuong Long Italia

Unione Italiana Qwan Ki Do