Home » Cavalieri Scelti » Võ Sư Roberta Ganarin 3° Dang

Võ Sư Roberta Ganarin 3° Dang

Võ Sư Roberta Ganarin 3° Dang - Phuong Long Italia

CAVALIERE DELL'AQUILA



Roberta Ganarin  nasce a Borgo Valsugana, il suo incontro con il Qwan Ki Do risale al 1985 quando incuriosita dall'entusiasmo di alcune amiche si reca nella palestra di Borgo Valsugana per i primi allenamenti. 

Un ricordo bellissimo e indelebile sono i viaggi in motorino verso la palestra con le temperature del gelido inverno Trentino... ma il freddo non è sicuramente un deterrente…    si innamora di questa atmosfera e la voglia di frequentare i corsi e scoprire il mondo dell'Arte Marziale è più forte. 


Nel 1990 si sposa con Roberto Cainelli, e cambiando residenza inizia la frequenza nella palestra della città di Trento. Da quel momento il Qwan Ki Do entrerà a tutto tondo a far parte della sua vita. 


Nel 1991 con l'apertura Centro Qwan Ki Do Lam Son affianca nell'insegnamento Roberto nel Club di Rovereto. 

Nel 1991 ottiene il grado di Cinture Nera, nel 1993 di primo Dang, nel 2001 consegue il Secondo Dang. 


Dal 2003  insegna anche nella palestra di Sopramonte (TN ) nei corsi dei bambini e ragazzi. 


Gestisce la Segreteria della Regione da sempre, ed è un punto di riferimento importante nell'organizzazione di competizioni, stages e feste, soprattutto nel settore juniores. 


Nonostante due soste per gravidanza e qualche infortunio, non ha mai interrotto la continua pratica di questa Arte Marziale; e, anche se con l'età e i numerosi impegni lavorativi e di famiglia l'intensità e la frequenza degli allenamenti è diminuita, non è certo calata la vicinanza e l'attaccamento verso l'Unione e verso la sua insostituibile guida il Maestro Roberto Vismara. 


L'aspetto che più la coinvolge e la stimola nel Qwan Ki Do è la parte legata all'individuo, alle dinamiche relazionali e ai rapporti che si instaurano in quanto componenti di un gruppo. 

La condivisione di ideali, valori e credenze, il sentirsi parte di un'entità in cui ci si riconosce e ci si trova a proprio agio. 

Al di là delle performance atletiche, delle competizioni e dei gradi è l'individuo nei suoi pensieri, atteggiamenti e comportamenti che è un grande valore, sia per sé stesso, per la propria crescita individuale, ma soprattutto per le persone con cui entra in contatto in palestra e nella quotidianità. 


La grandezza delle persone è nel riuscire a donare ad altri con coerenza quei valori fondanti della nostra esistenza che ci sono stati donati.

Questo è quello che Roberta trasmette in palestra ai suoi piccoli praticanti e anche alle proprie figlie Elisa e Arianna che hanno a loro volta intrapreso il cammino del Qwan Ki Do. 


La fortuna per un praticante di Qwan Ki Do è di avere a disposizione un ricco Capitale Umano da cui attingere e con cui poter avere uno scambio reciproco durante il percorso sia nell'Arte Marziale che nella propria vita. 

 

Phuong Long Italia

Unione Italiana Qwan Ki Do