Home » Cavalieri Scelti » Võ Sư Fabrizio Colombo 3° Dang

Võ Sư Fabrizio Colombo 3° Dang

Võ Sư Fabrizio Colombo 3° Dang - Phuong Long Italia

CAVALIERE DELL'AQUILA

Nato a Milano nell’ottobre del 1967 Fabrizio fin da piccolo, grazie ai film di Bruce Lee, si è appassionato alle arti marziali prediligendo quelle di tipo fluido ed armoniose come il kung fu.

 

Grazie ad un amico nell’86 conosce il Qwan Ki Do partecipando come spettatore al suo esame di 1° cap. Ne rimane “folgorato” da quell’arte così completa nell’utilizzo di tecniche di mano e di piede, di gomiti e ginocchia ma, soprattutto di spostamenti fluidi e veloci, e a questo punto non ha avuto dubbi nella scelta di praticare questa scuola nonostante avesse valutato attentamente altri stili ed altre scuole.

 

A febbraio dell’86 ha la fortuna  di iscriversi al centro Musokan dove sotto la guida del M° Roberto Vismara e di altri validi istruttori inizia il suo cammino allenandosi 4 giorni alla settimana e qualche volta anche al sabato fino al raggiungimento del 4°cap.

 

Avendo solo la preoccupazione della scuola, partecipa a quasi tutti gli stage del Maestro Fondatore Pham Xuan Tong, agli stage di Bertinoro e spesso e volentieri, spronato dal suo Maestro, alle gare tecniche e di combattimento.

 

Durante questo percorso ha scoperto un mondo fatto di persone reali che lo hanno aiutato nei momenti di difficoltà spronandolo sempre ad andare avanti; persone con le quali ha stretto un fortissimo legame di fratellanza condividendo emozioni nel praticare quest’arte, sudando in materassina o semplicemente aiutando nel realizzare eventi o manifestazioni.

 

Nel maggio del 92 consegue il grado di C. Nera, la sua passione nell’approfondire la conoscenza dei propri limiti e la voglia di mettersi in discussione, lo portano ad approcciarsi all’insegnamento partecipando prima ai corsi di aspirante istruttore ed in seguito, da istruttore.

 

Fabrizio dice :“Grandioso sapere che puoi essere in grado di mostrare il tuo percorso ad altre persone avendo la consapevolezza che queste contraccambino accompagnandoti nel tuo cammino e facendoti crescere spiritualmente e moralmente”

 

Dopo aver conseguito da prima il grado di C. Nera 1°Dang nel 1994 e successivamente il 2° Dang, sempre sotto la costante guida del Su’ Truong Roberto Vismara, approda definitivamente nel 1997 al mondo dell’insegnamento portando il Qwan Ki Do al Centro Asteria.

 

Dal 1997 al 2005 ha vissuto momenti indimenticabili.

Fortissime emozioni che hanno formato la sua personalità e consolidato la sua consapevolezza in quei valori donategli con tanta semplicità e naturalezza dal Maestro.

 

Valori autentici quali lealtà, umiltà, umanità e fratellanza; valori che nella società di oggi, sono quasi scomparsi o per lo più tenuti nascosti.

 

Nel 2007 purtroppo Fabrizio non è più riuscito a far coincidere allenamenti, insegnamento e lavoro e decide quindi di lasciare al suo diretto e più sincero allievo, Tito, la guida del centro Asteria e grazie al buon seme lasciato e alla professionalità e umanità di Tito il centro non subisce flessioni.

 

E’ per lui motivo di forte orgoglio vedere che quello che ha appreso dal suo Maestro viene condiviso con altre persone attraverso le azioni di Tito.

 

Per un periodo si trova a partecipare come uno “spettatore esterno”… tornato come nell’86 su quegli spalti ad osservare dall’alto i suoi compagni d’armi.

 

A differenza di allora però, ha l’assoluta certezza che il Maestro e tutti i suoi compagni, sono sempre lì pronti ad accoglierlo, a spronarlo e non per ultimo, a condividere il loro cammino con lui come solo una vera famiglia può fare.

 

“Grazie Maestro per la persona semplicemente ed umanamente eccezionale che sei, per avermi mostrato l’immenso “libro” del Qwan Ki Do scritto da un Grandissimo ed Unico Maestro e di cui ho solo letto le prime pagine. Grazie Maestro e Grazie a tutti voi fratelli e sorelle mie, per avermi concesso la possibilità con la vostra professionalità, di scriverne alcune lettere nella speranza che altri possano leggerle, interpretarle e viverle come le vivo io.”  Fabrizio

Phuong Long Italia

Unione Italiana Qwan Ki Do