Home » Cavalieri Veterani » Tạo Sư Luca De Toffol 5° Dang

Tạo Sư Luca De Toffol 5° Dang

Tạo Sư Luca De Toffol 5° Dang - Phuong Long Italia

CAVALIERE DEL DRAGO

 

Châu Tùng Long

 

Responsabile Tecnico Regione Veneto 

Allenatore Squadra Nazionale Combattimento Cinture Nere

 

 

Consigliere Tecnico Nazionale

 

Luca De Toffol nasce a Bormio (SO) il 21 Agosto 1970, ma è solo un caso, visto che cresce e si avvicina al Qwan Ki Do a Milano. Lavora come ingegnere presso una società Tedesca specializzata nell’automazione industriale.

 

Nel 1985 per puro caso, voleva fare Judo, si avvicina ed inizia a praticare Qwan Ki Do presso la palestra Musokan di Milano, come allievo del Maestro Roberto Vismara.

 

Nel 1988 è costretto a cambiare palestra e si allena per un anno presso il centro Qwan Ki Do Tang Lang ma si rende conto ben presto della necessità di ritornare al più presto dal “suo primo ed unico Maestro” e quindi nel 1989 riesce a tornare ad allenarsi ed essere nuovamente allievo del Maestro Roberto Vismara..

 

Nel 1989 entra a far parte del Gruppo, il nucleo di allievi più stretti che si allenano con il Maestro Roberto Vismara, insieme al suo fratello d’arme Umberto Maggesi che fino dall’inizio del suo cammino è al suo fianco.

 

Nel 1992 viene selezionato ed entra a far parte della Nazionale Italiana di combattimento Cinture Nere, della quale diventa capitano nel 1996 in occasione dei campionati Europei a Iasi in Romania.

 

Questo percorso proseguirà per diversi anni permettendogli di maturare una grande esperienza sul quadrato di gara che si concluderà in occasione dei IV Campionato del Mondo a Bucarest nel 2007.

 

E’ dello stesso anno l’assegnazione, che per lui è il più importante riconoscimento ricevuto nella sua carriera, del premio “Fair-Play” assegnato su votazione unanime del Maestro Pham Xuan Tong, dei Direttori Tecnici Nazionali e degli atleti delle squadre, a Luca De Toffol come l’atleta che nel corso dei Campionati Mondiali e Europei ha meglio espresso la filosofia agonistica del Qwan Ki Do per correttezza e sincerità di spirito. 

 

In quella occasione il commento di un Luca molto emozionato è stato:

  

“Concludere la mia carriera di combattente ricevendo un premio votato anche da praticanti, che per anni sono stati miei degni avversari sul quadrato di gara, è stato il coronamento perfetto che un atleta può sperare di avere nella sua vita di agonista, più appagante di mille coppe o trofei.  

Significa essere riuscito a guadagnare con il tuo comportamento sul quadrato il rispetto e la stima di coloro che sei abituato a considerare come tuoi storici avversari”

 

Nel 2002 in accordo con il Maestro Roberto Vismara decide di dare il via a degli allenamenti mensili dedicati agli juniores, ragazzi/e dai 13 fino ai 17 anni provenienti da tutte le palestre della Lombardia.

Grazie alla buona risposta dei giovani praticanti nel corso degli anni successivi la stessa esperienza viene riproposta ed estesa anche in Emilia Romagna, Veneto e Trentino.

 

 Il pensiero di Luca sull’argomento non lascia dubbi :

 

“i ragazzi sono la vera linfa vitale e il futuro di ogni società e associazione. E’ giusto e doveroso dare loro la possibilità di potersi incontrare, conoscersi, confrontarsi, sudare insieme sulla materassina e condividere la comune passione per il Qwan Ki Do” 


Nel 2008 viene nominato Allenatore della Nazionale C. Nere Maschile dal Sư Trưởng Roberto Vismara. Ha così inizio per lui un nuovo percorso e una nuova sfida nella quale potrà riversare e trasmettere l’esperienza maturata negli anni e condividere emozioni con tutta la sua Squadra. 
 

Nel 2011 consegue il grado di 5° Dang insieme al suo fratello d’armi Maggesi Umberto.

Oggi oltre a far parte della Commissione Tecnica Nazionale come Consigliere Tecnico Nazionale ricopre anche le cariche di:

Reponsabile Tecnico Regione Veneto
Allenatore Nazionale di Combattimento Cinture Nere
 

Riceve l'investitura a Cavaliere del Drago il 6 maggio 2017 a Vigevano alla presenza del Gran Maestro dei Cavalieri.
 

Dice del Qwan Ki Do: 

 

“Il Qwan Ki Do mi ha fatto trovare il “mio equilibrio”, mi ha permesso di riconoscere le mie debolezze e i miei limiti, in certi casi di superarli e in altri di accettarli.”


“Dalla mia famiglia, dal mio Maestro e da coloro che mi hanno sempre accompagnato lungo il “Dao” nel corso di tutti questi anni ho appreso i principi morali che cercherò di trasmettere a tutti coloro che ci seguono in questa grande avventura che è il Qwan Ki Do.”
 
 


Phuong Long Italia

Unione Italiana Qwan Ki Do