Home » Cavalieri Veterani » Tạo Sư Claudio Cantoro 5° Dang

Tạo Sư Claudio Cantoro 5° Dang

Tạo Sư Claudio Cantoro 5° Dang - Phuong Long Italia

CAVALIERE DELLA FENICE

 

Châu Ân Long 

 

Claudio Cantoro nasce a Baggio (Milano), il 14 febbraio 1969 da Aurelia, sarda (La Maddalena) ed Enzo pugliese (Villa Castelli-Br)

 

All’ età di 15 anni nell’ Ottobre dell’85 cercando in bicicletta nel quartiere una palestra per cosi dire dove “muovere” le mani, entra al Musokan e viene subito attirato da questo gruppo vestito di nero che fa ginnastica “energica” per poi passare all’azione con tecniche di calci e pugni, é subito passione! E anche dolore !

 

All’epoca responsabile del centro era niente meno che il Direttore Tecnico Nazionale M° Roberto Vismara, gli allenamenti certo non erano cosa da poco, i lividi facevano parte del programma, ma guai a mollare, e che dire poi quando “i vecchi” venivano ospitati dal Maestro nel club,  non per uno scambio di saluti ma per uno scambio di tecniche, qualcuno aveva bisogno di una “ripassata” aveva alzato un po la cresta!

 

Chi non ricorda “i chiodi” nella tibia del Minh Su Gennaro Grancia, o i famosi guantini (per cosi dire) del Su Truong , non volava piu una mosca !

 

É nel novembre ’87 il primo confronto Internazionale, St Denis en Val – Francia, un secondo posto nei combattimenti a squadra segna l’entrata nella Nazionale gradi, ma purtroppo a causa del trasferimento in puglia imminente questo sogno sembra non poter proseguire.

 

Spinto da un entusiasmo “no limit” e dalla voglia di seguire il suo Maestro, all’età di 17 anni ritorna a Milano, ospitato per un certo periodo da Walter Formentin, cintura nera dell’epoca, allievo diretto del M° Roberto Vismara e indiscutibile tecnico.

 

16 Aprile 1988, “1° Coppa d’Europa” a Bruxelles – Belgio, un misero 3 posto a squadre e un osservazione tecnica negativa del DTN : “deconcentrato, indeciso, NON BUONA”, obbliga Claudio ad aumentare il ritmo degli allenamenti, a diventare severo con se stesso, ottenendo ottimi risultati sia in campo Nazionale che Internazionale.

 

 1994, “1° Campionato del Mondo”, tenutosi a Milano – la data é decisa 21 marzo, ma purtroppo a 3 mesi dall’evento durante un allenamento rompe il legamento crociato e dovrà rimandare alla prossima.

 

Recuperato lo stato fisico e tecnico grazie a delle sedute intense sotto l’attenta guida del Maestro, conquista così i primi posti nelle Coppe d’Europa, e , sarà al Complesso Sportivo dell'Hotel du Golf a Abidjan, in Costa d'Avorio l'11 aprile 1998, durante il “2° Campionato del Mondo” che potrà salire sul gradino piu alto del podio nella tecnica, per la prima volta nella sua carriera agonistica.

 

Nel Frattempo sulle direttive del Su Truong intrapende una nuova avventura, portare gli insegnamenti del Qwan Ki Do fino in Norvegia, e per 2 anni consecutivi viaggia accompagnato da suo Fratello d’Armi Antonio Varratta e sua moglie Christelle.

 

Gli anni passano, e per Claudio é arrivato il momento di pensare seriamente a lasciare le competizioni, ma non prima di affrontare l’ultima sfida: il “3° Campionato del Mondo” a Berlino, 2003.

 

Hanno inizio così insieme ai suoi compagni gli allenamenti, orario di inizio 6.30 di mattina presso ” La Sorgente”in V.le Zara- Milano, forse il piu bel periodo della sua carriera di agonista, i programmi mattutini preparati da Giang Vo Su Giulio Farina non lasciano dubbio alla preparazione fisica, mentre gli allenamenti del Su Truong Roberto Vismara sono sempre piu duri, non c’é spazio per il riposo, durante questi anni molte sono le gare di preparazione organizzate in tutte le Regioni e in varie Nazioni.

 

Per i futuri Campionati del Mondo di Berlino Claudio sarà selezionato sia nella Squadra di Combattimento C. Nere che nella Tecnica Categoria C. Nere da 2° Dang.

 

8 Novembre 2003, "il cielo sopra Berlino si colora di azzurro..." la Squadra Nazionale di Combattimento Cinture Nere é Campione del Mondo e per Claudio Cantoro si aggiunge il 1° posto nella Tecnica, sarà una doppia emozione e una doppia vittoria che coronerà la fine della sua carriera agonistica.

 

Nel 2004 nasce Mailys Xuan Lan, e nel 2006 si trasferisce in Francia con sua moglie Christelle Pham e sua figlia, senza mai abbandonare i contatti con il suo unico Maestro.

 

Oggi Claudio insegna in Francia, tra mille difficoltà burocratiche, ma nonostante ciò nessuno riuscirà ad impedirgli di trasmettere quel Qwan Ki Do che per anni il suo Maestro Roberto Vismara gli ha trasmesso con tanta dedizione e amore, dandogli l’opportunità di diventare messaggero della sua bandiera.

 

La costanza negli allenamenti che continua a seguire venendo regolarmente in Italia dal suo Maestro gli permettono di conseguire, nel giugno 2014, il grado di 5° Dang. 

 

Claudio ricorda:

 

“...non dimentichero’ mai le esperienze fatte lungo il mio percorso, i viaggi a Novi Ligure con Salvatore, le avventure sull’autostrada a Bruxelles con la mitica Furia celeste di Gennaro, i sabati al Club di Monza con Stefano, i martedi e venerdi sul treno per andare in Toscana, i bambini della PGS, della Sorgente, di Novara, di Monte Grimano, i ragazzi della Comasina e di Missaglia, le dimostrazioni a canale 5, il prosciutto rubato da Nimar sulla mia pizza, i primi allenamenti di Bertinoro.... mio fratello “thai”... il mio Maestro"

 

Claudio esprime così il sentimento che lo lega al suo Maestro enunciando uno stralcio del giuramento dei templari da lui adattato al suo pensiero:

 

“...contro i traditori dell’amicizia, impugneremo la doppia spada, quella di acciaio levigato e quella della parola splendente e fulminante.

Giammai attaccheremo per primi, giammai provocheremo per primi, ma quando la spada brillerà nel sole come un colpo di chiarore, tuonerà la parola!

Allora noi non indietreggeremo di un solo passo, non taceremo che dopo il silenzio dell’avversario...”

 

Semper fidelis Maestro

 

Phuong Long Italia

Unione Italiana Qwan Ki Do